martedì 30 aprile 2013

Tra tradizione e magia. Calendimaggio in Emilia Romagna...


Ben venga Maggio

e il gonfalon selvaggio!

Ma è una selva che si svelle,

la selva che da sè si schianta!
E viene, e seco ha le procelle
che l’hanno nell’inverno affranta,
e viene e canta
il gonfalon selvaggio!


" Calendimaggio "
Giovanni Pascoli

Il Calendimaggio è una festa che affonda le sue radici nelle cerimonie propiziatorie primaverili, attraverso le quali si cercava di "aggraziarsi" la natura per ottenere ottimi raccolti e, di conseguenza, scampare allo spettro della carestia.

Parlando di erbe officinali...

" In Herbis Salus "

Verbena (Verbena officinalis)

Parti utilizzate: La pianta intera a fioritura appena iniziata e fatta essiccare in luogo asciutto e ventilato.

Proprietà: Contiene glucosidi, tannino, mucillagine, sostanze amare.
E' aperitiva, digestiva, stimolante epatica, antireumatica, antidolorofica.

lunedì 29 aprile 2013

Tra tradizione e magia...Carrellata di tradizioni sul Calendimaggio.


Nel folklore europeo il ritorno del mese di maggio veniva celebrato con feste e rituali, accompagnati da canti e danze, con cui si propiziavano la fertilità della Terra e le messi abbondanti nel futuro raccolto.

Le circostanze calendariali presentavano cerimonie incentrate sulla rinascita della vegetazione, che l'etnologo Van Gennep ha considerato "Riti di passaggio al tempo stesso cosmico, religioso ed economico".

Tra tradizione e magia. La coppa delle Fate...


Vi sono tante tradizioni legate alla magica notte del Calendimaggio ma questa è una delle più interessanti riguardanti le erbe e le piante.

Si parla dell'Alchemilla.

Questa piantina molto usata in erboristeria, viene chiamata " Coppa delle fate" proprio per una leggenda che si sente in queste sere nel nostro entroterra.

domenica 28 aprile 2013

Tra tradizione e magia. Calendimaggio in Liguria...

" Oh, non dite al prete della nostra promessa che la chiamerebbe peccato
  Ma noi siamo stati fiori nei boschi tutta la notte ".
  
" Tree Song "
Rudyard Kipling

Il Calendimaggio è un'antica festa risalente al periodo precristiano, osservata per propiziare l'andamento dell'annata agraria.

giovedì 25 aprile 2013

Basilico...




"I fratelli d’Ellisabetta uccidon

l’amante di lei; egli l’apparisce in sogno
e mostrale dove sia sotterrato.
Ella occultamente disotterra la testa
e mettela in un testo di bassilico;
e quivi su piagnendo ogni dì
per una grande ora,
i fratelli gliele tolgono, ed ella
se ne muore di dolore poco appresso".


Novella di Elisabetta e i fratelli (IV, 5)



Pianta: Basilico
Giorni: Domenica, Mercoledì, Giovedì
Pianeti: Sole, Mercurio, Giove
Elementi: Fuoco, Aria, Acqua
Servigi: Apporta beneficio ed aiuta la psiche indebolita

martedì 23 aprile 2013

Numeri e simbolismo...

" Cabala dei sogni
  e di quanto, inatteso, si mostra 
  agli occhi e si affaccia alla mente ".

Eccoci ad analizzare altri tre numeri della Cabala genovese.


Il numero Diciannove ( 19 ) è rappresentato dalla carta del "Taglialegna" .

Osservanze e tradizioni. Ricordate che dal giorno...


Dal 22 ponete i ripari per la grandine, in questi giorni non mancherà. 

Il 23 è il primo giorno dei " Sette Santi Cavalieri " , attenzione quindi alle notti serene. Il 25 fate attenzione alla Rugiada nociva, in questo giorno può fare brutto tempo, piovere e tornare il freddo.

Ricordate che se pioverà il giorno 26 la vendemmia risulterà ricca.

lunedì 22 aprile 2013

Tossicità di alcune erbe in correlazione con alcuni farmaci...


" Madre Natura ci ama,
  Madre Natura ci cura ".

Si continua con l'elenco delle officinali e dei probabili effetti collaterali... 

ACETOSA e ACETOSELLA : 
Sconsigliate a chi soffre di disturbi gastrici e patologie epatiche, a causa del loro contenuto di ossalato di calcio; se ne sconsiglia l'uso anche  a chi soffre di nefrolitiasi da ossalato di calcio.

BETULLA: 
Sconsigliata negli edemi dovuti ad insufficienza cardiaca o renale, per via della sua forte attività diuretica.

domenica 21 aprile 2013

Tra tradizione e magia. La Madonna della pioggia...


MADONNA DI CARPINETO:


La festa dell'otto Maggio, dedicata alla Madonna di Carpineto, è la più sentita dal punto di vista religioso e la più caratteristica sotto l'aspetto folkloristico.

venerdì 19 aprile 2013

Tra tradizione e magia. Angizia, Luco dei Marsi, Incantamento delle serpi...


Miti, storie e leggende che la tradizione orale ha tramandato, riecheggiano ancora nel mondo della magia abruzzese.


Un nome: Angizia, Luco dei Marsi, I'incantamento delle serpi.

Quando i Marsi popolavano le rive del lago, considerato un Dio misterioso e punitivo, nel bosco sacro alle pendici del monte la Ciocca, la dea Angizia operava le sue temute magie.

I migliori rimedi dalla Natura...

" Madre Natura ci ama, 
   Madre Natura ci cura".

Sciroppo delle cinque radici:

Radice del Pungitopo, radice dell'Asparago, radice del Sedano, radice del Finocchio, radice del Prezzemolo.

Si prendano 30 gr per ciascuna radice, se ne faccia un infuso in mezzo litro d'acqua, lo si tenga in infusione per tre ore, poi lo si filtri e lo si mescoli a mezzo litro di sciroppo ( 500 ml di acqua e 500 mg di zucchero).

giovedì 18 aprile 2013

Tra tradizione e magia. Malìe e arcane superstizioni...


Si dice che se raccogli un fiore che qualcun altro ha tagliato ti attiri addosso la sfortuna. E succede anche con i funghi. Mai raccogliere un fungo che qualcuno ha raccolto prima di te e poi buttato via.

Il Castagno...


Lo si impiega per facilitare l'armonia familiare, per far si che l'amore fra due persone sia saldo e duraturo e per favorire la solidità economica.

Ci sono vari riti e varie malìe che vedono ancora l'impiego del Castagno.

Dato che i suoi frutti sono il principale nutrimento dell'Inverno, la tradizione popolare riconosce al Castagno anche una capacità di preveggenza.

mercoledì 17 aprile 2013

Osservanze e Tradizioni. Il tempo dei Sette Santi Cavalieri...


"U santu cun u cavallu u vegne e u porta u ciantu".

Ad Aprile San Giorgio ( 23 ), San Marco ( 25 ), San Vitale ( 28 ), Sant' Eutropio ( 30 ), il Calendimaggio e a Maggio, la Santa Croce ( 3 ) e Sant'Urbano (25).

Si dice che se la notte che precede questi giorni è serena, la rugiada potrebbe bruciare i germogli e la ruggine potrà distruggere la Vite ed il Frumento. Se poi in uno di questi giorni e' Luna piena ( come quest' anno a San Marco ), allora la rugiada nociva è certa.

martedì 16 aprile 2013

La parola del Borgo...


Perché le tradizioni orali nei detti popolari, non si perdano mai...da qui in poi ogni settimana verranno pubblicati i detti ed i proverbi popolari, ognuno nel proprio dialetto regionale, ovviamente con traduzione!

Narrare la Storia...


Ai chierici Dio ordina di battezzare, di insegnare a conservare la vera fede, di astenersi dal mangiare per il solo piacere, e di pregare incessantemente per le miserie del popolo.

I nobili sono guerrieri protettori delle chiese.
Essi, sono i difensori del popolo.

lunedì 15 aprile 2013

Numeri e simbolismo...

" Cabala dei sogni
  e di quanto, inatteso, si mostra 
  agli occhi e si affaccia alla mente ".



Eccoci ad analizzare altri tre numeri della Cabala genovese.

Il numero Sedici ( 16 ) è rappresentato dalla carta " Fiore selvatico ".
Questo è il numero della Natura, della campagna, di tutto ciò che vive all'aria aperta, dei mestieri umili che portano saggezza ed anche dei sentimenti sinceri.
Lo troviamo in tutto ciò che che vi è di genuino e nobile, numero delle piante, dei fiori più semplici (fiori di campo ) degli animali da cortile.
E' anche il numero della donna, vista come compagna fedele, madre premurosa e sorella comprensiva.
E' il numero del consolidamento dei rapporti e delle opinioni ( positivi ) rappresentati appunto dal fiore selvatico.

Tossicità di alcune erbe in correlazione con alcuni farmaci...

"Madre Natura ci ama,
   Madre Natura ci cura".

Continuiamo con l'elenco delle officinali e dei probabili effetti collaterali.


ASPARAGO: 
Controindicato in caso di glomerulo-nefrite, insufficienza renale e litiasi renale.

BERGAMOTTO: 
Può creare reazioni di fotosensibilizzazione ed è sconsigliato nell'esposizione al sole.

domenica 14 aprile 2013

Tra tradizione e magia. Le Madonne arboree...


"Tra natura e cultura tradizionale alcuni esempi abruzzesi"



Le apparizioni mariane tra i rami degli alberi, accomunano molte località italiane. 
Le diverse localizzazioni geografiche hanno determinato una differente varietà vegetale designata all'evento sacro. Per suggerire qualche esempio non esaustivo, alberi come la Quercia e il Pioppo insistevano su zone di montagna o collina, il Fico o l’Ulivo si collegavano ad uno spazio pianeggiante, di costa o di leggere alture. Agli albori dell’umanità l’elemento arboreo diventava, nell'immaginario collettivo, il legame con la Terra entro la quale affondava le sue radici per trarne la vita. 

sabato 13 aprile 2013

La Potentilla...



"Smania di me avrai se di pianta Potentilla il tuo cibo farai.."

Si dice che questa piantina, infestante, venisse adoperata per i rituali d'amore.Veniva spesso trascritta tra gli ingredienti di "ricette" per legamenti ed elisir d'amore e magia sessuale.

venerdì 12 aprile 2013

Tra tradizione e magia. Uovo bianco, uovo nero...

" Ovu de gianca,
  Ovu de nea.
  Ovu te stanca..."

La tradizione ligure in fatto di magia nera e magia bianca, il più delle volte si avvaleva di tutto ciò che Madre Natura regalava ai suoi figli. 
Le piante, i fiori, la terra stessa erano parte integrante di quella che come abbiamo già detto in altre sedi amiamo chiamare " magia agraria ".

I migliori rimedi dalla Natura...

" Madre Natura ci ama,
    Madre Natura ci cura ".

Il Colesterolo, "malattia" della modernità può essere ridotto grazie a numerosi rimedi.

L'infuso di tenere foglie di Betulla; l'acqua di cottura dei Carciofi ( una o due tazze al dì ); il Tea, perchè ricco di flavonoidi dalle proprietà antiossidanti;

giovedì 11 aprile 2013

Tra tradizione e magia. Le Rogazioni, tra Religione Cristiana e Paganesimo...

" A fulgure et tempestate... Libera nos Domine!
A flagello terraemotus... Libera nos Domine!

A peste, fame et bello... Libera nos Domine!

Ut fructus terrae dare et conservare digneris... Te rogamus, audi nos!

Ut pacem nobis dones.Te rogamus audi nos! "

Le Rogazioni cominciano il giorno di San Marco ( 25 Aprile ) chiamate "Maggiori", per continuare nei giorni dell'Ascensione (quest'anno 6-7-8 Maggio ) " Minori ".

Si prega in processione dalla chiesa ai confini della parrocchia.

Arcane storie riguardanti i nomi delle Lunazioni...

                   

  " Ti devi ricurdà e nu t'è da scurdà che a Lunna a disfa e a Lunna a fà "

In campagna la Luna di Aprile la si  solea chiamare...

Luna del Fuoco: Era tradizione accendere due filari di falò nelle fasce e farvi passare in mezzo gli animali di casa e le donne gravide. Questo perchè, si diceva, il fuoco avrebbe protetto entrambi da malattie e e malefici.

mercoledì 10 aprile 2013

Luna di Aprile...


Il 10 Aprile inizierà la " Luna di Aprile " che, terminerà il 9 Maggio.

In Aprile la Luna è Nuova il 10, è Piena il 25, Calante dall'1 al 9 e dal 26 al 30, è Crescente dall'11 al 24.
Vicina alla Terra dal 25 al 29, Lontana dalla Terra dal 13 al 17.

martedì 9 aprile 2013

La parola del Borgo...


Perche' le tradizioni orali nei detti popolari non si perdano mai.
Da qui in poi ogni settimana verranno pubblicati i detti ed i proverbi popolari, ognuno nel proprio dialetto regionale, ovviamente con traduzione!

Tra tradizione e magia. Congiuntivite...


" Spinnà spinnà u ma u te ruvinnà "

Nel mio paese veniva chiamata " U mà dà spinnà " (il male della spina ) dal modo per curarla.

Infatti venivano usate 12 spine (numero degli apostoli) messe in un catino bianco pieno d'acqua di fonte.

lunedì 8 aprile 2013

Numeri e simbolismo...


Eccoci ad analizzare altri tre numeri della Cabala genovese.

" Cabala dei sogni
  e di quanto, inatteso, si mostra 
  agli occhi e si affaccia alla mente ".



Il numero Tredici ( 13 ) è rappresentato dalla carta "fiasco e candela ".
Questo è il numero della morte e della fortuna. Rappresenta anche il delitto, il momento drammatico e la paura.
Ma è anche il numero della fortuna, della buona sorte e della vincita.
Numero della materia ( fiasco ) che prende il sopravvento sullo spirito ( candela ).

Tossicità di alcune erbe in correlazione con alcuni farmaci...


" Madre Natura ci ama,
    Madre Natura ci cura ".

Si continua con l'elenco delle officinali e dei probabili effetti collaterali...

ASSA FETIDA: 
Non somministrare ai bambini, ( avrebbe causato casi di metaemoglobinemia in neonati ).

venerdì 5 aprile 2013

Symphytum...riflessioni.

Molte persone, forse per moda, forse per mero desiderio di apparire, si fanno chiamare streghe.
A parer mio codeste figure non sanno assolutamente cosa siano le streghe.

Di sicuro non tralascerò il fatto che " strega " è un termine forgiato per donne che assolutamente non sapevano che cosa fossero le mode pagane che con tanta costanza e perseveranza  vengono oggi seguite.

I migliori rimedi dalla Natura...

" Madre Natura ci ama, 
  Madre Natura ci cura ".

Fin dalle epoche remote la nutrizione della pelle avveniva attraverso l'uso di oli. 

Olio d'oliva su tutti.
A questo si possono però aggiungere altri elementi dalle proprietà nutritive ( attraverso macerazione ).

giovedì 4 aprile 2013

La Luna rossa...


Quest'anno la Luna rossa sarà dal 10 Aprile al 9 Maggio
E' quella che segue la Pasqua ed è considerata particolarmente nefasta per i germogli che nelle notti fredde e serene rischiano di gelare.

Erbe e Piante tra tradizione e magia...


Quando odorosa tra la molle erbetta
sta la violetta,
tuoi brevi petali d'aureo colore
mi mostri, o fiore!
Giunge l'estate, e all'Amaranto
fiorisci accanto.
La foglia al platano già si scolora,
fiorisci ancora.
E quando i fiori sul vago stelo
reclina il gelo,
di te, Calendula, non è misura
di fioritura.
Perché costante segui a fiorire
senza morire? …
Perché son simbolo di quanto è ordita
quaggiù la vita.
Dimmi quai sono, fanciulla, gli anni
scevri d'affanni?…
Io ti rammento costante fiore,
cara " il Dolore".

(Anonimo)


mercoledì 3 aprile 2013

Parlando di erbe officinali...

" In Herbis Salus "

Saponaria (Saponaria officinalis)

Parti utilizzate: I fusti e le foglie raccolti in Estate prima della fioritura, il rizoma ( solo in alcuni casi ) raccolto in Autunno, fatto essiccare.

Proprietà: Contiene vitamina C, resine e saponina. E' depurativa, tonica e sudorifera.

martedì 2 aprile 2013

Moda pagana.....

In questo periodo sto meditando molto riguardo ad un tema. La moda. Non la moda che si indossa, ma la moda " intellettuale ". Il cervello ed il cuore di molti, seguono la moda.

Symphytum...


" Un Albero che non fa frutti cercherà il suo vicino (carico di fiori), non per " ucciderlo o eliminarlo " ma per imparare da lui. Imparerà da lui a mettere i fiori a farli sbocciare e poi, quando sara' pronto, a trarne i frutti ".

La massima del mattino.
La Campagna mi stimola.
La Madre insegna.

lunedì 1 aprile 2013

Seguendo le stagioni, seguendo la Natura, seguendo le tradizioni...



" Arvî cioî cioî "


Durata media del giorno nel mese di Aprile:  Tredici ore e Ventidue minuti

Tra l'inizio e la fine del mese, il tempo che il Sole impiega per percorrere la sua corsa nel cielo da Oriente ad Occidente, si allunga di 114 minuti.
L'ora naturale dura 67 minuti.

Oroscopo dal passato...


L' uomo che vede luce in dì di Aprile
sarà presuntuoso e un tanto audace,
piuttosto ardito e d'animo virile.
La donna nata sotto questo mese
sarà pulita, studiosa e diligente
saprà ben lavorare onestamente.


Fonte: " Il Bugiardino 2013 " Piemme edizioni Chiavari